News
Interni 2018
Positivi i segnali di “Ri-Costruire 3.0” - Fondamentale fare squadra » leggi tutto
IMG1807
E la voglia di migliorare il confort e la sicurezza della casa va oltre la crisi » leggi tutto
IMG1762
Intensa giornata di eventi domani a “Ri-Costruire 3.0” » leggi tutto
IMG1285
A “Ri-Costruire 3.0” cresce l’interesse: è l’effetto dei bonus e delle straordinarie novità e offerte presenti in fiera » leggi tutto
Taglio del nastro2
Inaugarata una Ri-Costruire 3.0, e l’edilizia cresce! » leggi tutto
» vai all'archivio

La cucina bellunese è una cucina tipica dell’alta montagna, quindi ricca di prodotti semplici, naturali e cucinati genuinamente. Risente dell'influsso sia della Serenissima Repubblica di Venezia che dell'Impero Austro-Ungarico: è questo mix di storia e tradizioni che la rende "unica" nel suo genere.

La gastronomia bellunese è legata fondamentalmente ai sapori forti di formaggi e carni. Tra i primi piatti, spesso ottimamente abbinati a ragù di selvaggina, cervo e capriolo in primis, quelli più caratteristici della zona sono i “casunziei”, pasta a base di barbabietole, e le “lasagne da fornel”.

La selvaggina, accompagnata dall'immancabile polenta, la fa da padrona anche nei secondi. Assolutamente da non lasciarsi sfuggire l'occasione di gustare alcune particolari seconde portate: degni di menzione sono il "pastin" alla bellunese, a base di carne di maiale tritata o manzo, cui vengono aggiunti lardo, spezie, aromi e vino; lo "schiz", formaggio fritto su un letto di cipolle e latte; e poi il "figadet", una salsiccia di fegato cui viene aggiunta uva passita; e infine le "pendule", strisce di carne affumicata ottenute da carni saporite di pecora, cavallo, asino o capra.

Tra i contorni ci si può sbizzarrire: da non perdere sono la patata di Cesiomaggiore, il fagiolo di Lamon IGP, la "mama" dell'Alpago, il formaggio Piave DOP ed il cavolo cappuccio di Vinigo di Cadore.

Per una serata all’insegna delle tradizioni gastronomiche delle Dolomiti Bellunesi, i ristoranti di “Alto Gusto” vi propongono momenti di alta cucina, degni delle “stelle” Michelin e dei riconoscimenti "Gambero Rosso" che molti di loro annoverano.

Obiettivo dell’Associazione “Alto Gusto” è

  • promuovere e valorizzare quanto di buono offre il territorio bellunese;
  • ricercare ed eseguire le ricette legate al territorio, personalizzandole secondo l'estro e la fantasia di ogni cuoco senza snaturare la grande ricchezza di gusto, di tradizione e di memorie storiche.

Perché allora non concedersi il “lusso” di un dopo-fiera particolare, di qualità: in una parola, di quelli che si fanno ricordare?

Per ulteriori info e su dove soggiornare: